Piano della campagna di Marketing i primi 5 passi organizzativi

Quando si ha intenzione d’iniziare a sviluppare una campagna di Marketing, è chiaro che bisogna sempre essere organizzati come si deve. Questo è per via di differenti aspetti che vanno sempre tenuti d’occhio: a volte si parla di parlare direttamente con il cliente, altre volte ci si rende conto che bisogna andare per una strategia omnichannel. Ma avete mai pensato che in realtà avete bisogno d’un piano?

Il Planning necessario nell’ambiente di Marketing richiede pochi, ma essenziali passi per cominciare a farsi sentire sulla rete. Ecco su cosa vi consigliamo di concentrarvi per offrire il minimo necessario alle pubblicità mirate all’utente.

Resoconto del Business: in che stato si trova l’azienda attuale

Tener conto dello stato aziendale è molto importante, specialmente quando si deve iniziare un piccolo viaggio commerciale che può riguardare alcuni costi specifici, qualcosa che il Business deve essere pronto ad affrontare. Nel resoconto ovviamente è bene stilare anche il come tutto il Business è organizzato, con le sue sezioni e collaboratori.

Iniziativa del Business:  quali sono gli obiettivi attuali e quelli della campagna

Adesso è tempo di capire dove vuole puntare la campagna di Marketing. Prima di tutto specificate cosa deve fare la vostra azienda nella sua attuale situazione, a quali obiettivi punta, dopodiché specificate cosa farà la compagnia di Marketing. E’ per pubblicizzare un nuovo prodotto o servizio? E’ per cercare di portare nuovi clienti all’azienda? Oppure è espandere la propria influenza commerciale verso anche un altro settore B2C o B2B? Obiettivi chiari per un futuro chiaro.

Analisi del cliente ideale: quel che deve ricevere, vedere e reagire alla campagna

Vi è poi l’organizzazione del Target che dovrà “ricevere” la pubblicità da parte del Business. Questo cliente va organizzato per tanti fattori come età, sesso, nazionalità e Pain Points. E’ possibile naturalmente aggiungere i tanti altri aspetti che possono portare alla conversione totale del cliente, ma quelli di base sono esattamente questi. Non mancate comunque di creare dei profili ideali di chi dovrà essere vostro cliente, così da eliminare eventuali imperfezioni.

Analisi della competizione: dove sbagliano, quali sono i punti di forza

Ovviamente, è praticamente impossibile vendere qualcosa che possedete e producete solo voi. Ci sarà sempre qualche competitore, un altro Business che si occupa delle vostre stesse ed uniche faccende. In questo caso bisogna controllare la sua posizione sul mercato, quanto si rende efficiente su questo settore, e quali sono naturalmente i punti nel quale lo si sente meno apprezzato. Questi sono i punti di forza per la vostra campagna di Marketing, pur non gettandola sull’imitazione o comparazioni indesiderate.

Infine: i canali adeguati sul quale comunicare il proprio messaggio

Alla fine, bisogna anche saper comunicare nei canali opportuni, tutto quello che s’intende riportare nella propria campagna di Marketing. E’ un social network? Se sì, quale formato di comunicazione è più apprezzato? Su TikTok ovviamente si comunica con piccoli video. Su Facebook si può usare anche un post testuale. Su Twitter stessa cosa, premesso ovviamente il limite di lunghezza dei messaggi con il quale è possibile comunicare.