Record di donne nel nuovo Governo australiano

Il nuovo governo australiano con a capo il laburista Anthony Albanese ha un numero record di donne e, tra le 13 donne, c’è la prima donna musulmana ad avere il ruolo di ministro e la seconda persona aborigena ad essere ministro per gli Affari indigeni. Dopo 11 giorni dalle elezioni con cui il partito laburista ha vinto sulla coalizione nazional-liberale che era stata al governo per tre mandati, si è tenuto a Canberra il giuramento. Albanese ha dichiarato: “Sono orgoglioso di guidare un Governo inclusivo che rispecchia la diversità della popolazione australiana”, su trenta ministri quasi la metà sono donne e ricoprono posti molto importanti dei 23 disponibili. Penny Wong, 53 anni, nata in Malaysia ha vissuto in Australia dal 1976, è la ministra degli Affari esteri in un periodo molto complesso per l’Australia. Wongera stata già ministro per il Cambiamento climatico nel Governo Rudd del 2007 e ministro delle Finanze nel 2010. Katy Gallagher è la nuova ministra delle Finanze, ruolo molto complesso per via del deficit del governo precedente e dell’inflazione sempre più presente. Clare O’Neil, invece, è agli Interni e responsabile della cybersecurity, Anne Aly, 55 anni di origini egiziane e professore universitario e autorità in merito alla radicalizzazione giovanile, alla Gioventù e, insieme a Ed Husic, ministro per l’Industria e la Scienza, sono i primi musulmani a essere eletti nel governo australiano. Il minoistro degli Affari indigeni è stato affidato a Linda Burney, classe 1957, di origine Wiradjuri e scozzese ed è la prima donna e seconda persona aborigena ad essere ministro degli Affari indigeni.

Albanese, felice del risultato e della composizione dell’esecutivo, sostiene “Abbiamo persone di grande talento al Governo, questo è l’esecutivo laburista con maggiore esperienza dagli inizi della democrazia australiana”. Ha, inoltre, rivelato che ci sarà un nuovo grande dipartimento per il cambiamento climatico, energia, ambiente e risorse idriche che il nuovo governo sosterrà. Nel 2007 va ricordato, infatti, che è stato l’anno in cui i laburisti sono stati al potere prima di questa nuova elezione, ed era nato il Dipartimento del cambiamento climatico che il Governo liberale di Tony Abbott ha abolito. Albanese con questa innovativa e al passo con i tempi scelta di un governo volto alla parità di genere e volto a un cambiamento ambientale, ha riscosso molto successo tra gli australiani che hanno criticato e non visto di buon occhio, invece, l’esecutivo nazional-liberale di Scott Morrison che non è riuscito a soddisfare le richieste degli australiani che tengono molto a temi di questo spessore e importanza.